Portale Pubblica Accoglienza - Il progetto

Provincia di Cosenza - Servizi e Contact Point

Vai al contenuto

sabato 23 settembre 2017 ore: 05.49

Contenuto Pricipale della Pagina


Fin dalle radici della vita, attraverso il viaggio, uomini, pensieri, culture, tradizioni sono entrate in contatto tra loro. La Calabria, dove nel corso degli ultimi quindici anni l’immigrazione è diventata sempre più consistente, da terra di figli emigrati è così diventata terra di accoglienza, ed oggi rappresenta senza dubbio, uno dei principali luoghi in cui avviene l’incontro, lo scambio tra diverse culture, tradizioni e linguaggi. La provincia di Cosenza, fortemente interessata dalle migrazioni, diventa sempre meno ambiente di transito e sempre più territorio d’insediamento stabile, essendo così condotta, con progressione costante, alle sfide dettate dalla convivenza con le altre culture.
Una sfida reale, un’opportunità di cambiamento avvincente ed allo stesso tempo estremamente complessa, che determina per gli attori pubblici numerose difficoltà nel dare risposte concrete e soluzioni efficaci. I settori maggiormente colpiti da criticità e difficoltà sono afferenti ai servizi socio-sanitari e del sistema penitenziario. Per quanto riguarda l’area socio-sanitaria, le difficoltà sono determinate dal risanamento finanziario, dalla carenza di personale, dalla non uniformità territoriale dei servizi che si riflette negativamente in modo maggiore verso la popolazione straniera, e soprattutto dall’inefficace comunicazione/relazione tra l’operatore sanitario e il paziente immigrato. Per quanto concerne invece il settore penitenziario, scarsi sono gli strumenti di mediazione interculturale per la gestione del rapporto tra detenuti italiani e stranieri e tra gruppi di stranieri. Ostilità che spesso sfociano in gesti disperati ed estremi.
In tale contesto si inserisce il progetto Pubblica Accoglienza realizzato da un partenariato composto dalla Provincia di Cosenza, il Comune di Cassano All’Ionio e l’associazione Cidis Onlus. Il progetto mira a potenziare i livelli di gestione ed erogazione dei servizi pubblici in ambito sanitario e penitenziario rivolti alla popolazione immigrata extracomunitaria, puntando al miglioramento delle competenze interculturali degli operatori pubblici.
Destinatari delle attività proposte, (di cui beneficeranno indirettamente istituzione pubbliche, associazioni, utenti stranieri, detenuti e comunità locali), sono gli operatori delle Pubblica Amministrazione della Provincia di Cosenza operanti nel settore della sanità ed in ambito penitenziario.
Saranno coinvolti nelle attività di aggiornamento rispettivamente: medici, ostetriche, OSS, psicologi, assistenti sociali, personale amministrativo, dirigenti penitenziari, funzionari e agenti di polizia penitenziaria, funzionari della professionalità giuridico-pedagogica, funzionari di servizio sociale, psicologi, operatori sanitari area penitenziaria, assistenti volontari.

Tale obiettivo sarà perseguito attraverso le seguenti attività: 

  • Realizzazione di percorsi di aggiornamento per operatori della pubblica amministrazione in ambito sanitario  e in ambito penitenziario
  • Un servizio di informazione e mediazione Info point
  • Complex learning community
  • Creazione di linee guida per l’accoglienza
  • Tavoli pubblici e Convegno finale

    Scarica la brochure del Progetto
[ Indietro ]